Archives

gratis 4 ever

Share |
Aggregatore notizie RSS
Video Io passo a veg
Aggregati a KikkeMania.com
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



aggregator

V i V i/seZione =errore scientifico

aggregator
Share |

nostalgia?

Terrestri

ANIMALI tRoPPo SPECIALI

Franzi_tomato_
Ricordando FRANZIS
“Un bacino dolcissimo sul naso della vecchia  eroica signora che ci ha insegnato così tanto sulla vita e l’amore.” Ma che aveva di così speciale l’ orsetta più piccola mai vista?
Il senso di colpa, il nostro, di appartenere a una specie vergognosamente, gratuitamente feroce, la nostra.

Le furono crudelmente estratti tutti i denti, e anche strappate senza pietà tutte le unghie, 25 anni imprigionata in una gabbia, un orribile  purulento buco nella pancia per far mungere continuamente la sua bile ai fini della ricerca (dimostrate tutte alquanto inapplicabili quindi  inutili…) farmacologica. Da qui il suo nanismo, a causa dello stress da sofferenza insopportabile continua.

Malgrado tutto questo, è riuscita ad amare gli esseri umani, nei suoi ultimi anni…

In Lei piangiamo tutti gli Animali che hanno avuto e hanno un destino simile.

MammaYoko

Dio è Madre

AMORE SENZA FINE
Jumaane elefantina orfana di soli 2 anni e la sua povera mamma Yoki ormai morta: la sofferenza infinita di un distacco insopportabile. Le rimane  vicino per 14 ore senza staccare la fronte dalla sua, proboscide contro proboscide. Poi le salta sulla schiena come per risvegliarla. – Hei, mamma!… non dormire più…

Dopo la sua rimozione piange a lungo disperata e la cerca ancora dappertutto.

(E’ accaduto in agosto nello zoo di  Nyiregyhaza vicino a Budapest, foto di Attila Balazs)

_PERDONO_

x il ns "benessere"

I SENZA nome I SENZA voce

Avranno avuto il “cuore” di chiamarlo con un nome quelli che si “occupavano” di lui? Queste gentili e certo rispettabili signore inanellate che gli tengono con indifferenza le zampette smagrite per ammirare magari con soddisfazione i “risultati” di anni di studio, ricerca, etica deontologica…


La cosa peggiore è che (in quanto -spesso ignari- consumatori) siamo tutti implicati in questo mostruoso inganno che è la continua tragedia senza scampo di esseri indifesi, innocenti e più deboli senza numero o controllo, noi, ingenui e disinformati consumatori, ma  indirettamente conpartercipi di queste “inevitabili” pratiche. Inevitabili fino e oltre le recenti dimostrazioni ben più scientifiche sulla atroce vanità dell’attendibilità dei “risultati”.


Noi questa docile creatura martoriata la chiameremo “Perdono”, come simbolo di tutti gli animali senza nome e senza voce che possiamo chiamare solo con il nome di PERDONO.

Boom di gatti neri al Magnificat Show 2009, andati a ruba. E sono quelli "di razza stradale"

Boom di gatti neri al Magnificat Show 2009, andati a ruba. E sono quelli "di razza stradale"


LUCKY, dal cassonetto a VINCITRICE del Magnificat Show

Boom di gatti neri al Magnificat Show 2009, che vanno a ruba alla manifestazione organizzata alla Fiera di Roma. E sono quelli “di razza stradale”, in cerca di adozione.

“L’hanno chiamata Lucky, “Fortunata”, perché, pur nella sfortuna,a questa gattina nera di un paio di mesi, alla fine, è andata proprio bene!
Era stata abbandonata, rinchiusa dentro un sacchetto della spazzatura e gettata nel fossato attorno alla Piramide Cestia. A fare in modo che respirasse e a proteggerla da cornacchie e gabbiani, per diverse ore, sono stati quattro gatti adulti della colonia, riusciti anche ad attirare l’attenzione di un bipede: per loro fortuna, quella di Matilde Talli, presidente dell’associazione Onlus Arca che avrebbe curato, di lì a poco, l’area adozioni del Magnificat Show.
Il Magnificat è Il più importante evento nazionale interamente dedicato ai gatti…”

“…c’è sempre un risvolto sociale importante legato alle adozioni di gatti meno fortunati di “pura razza stradale” romana!
Ovviamente, premi e riconoscimenti anche per i trovatelli, e a vincere l’edizione di “Mister Gatto Nero”, di quest’anno è stata proprio Lucky: la sua storia ha commosso proprio tutti, ha attirato molta attenzione e ha permesso a lei e ad altri “ofani” di trovare casa:
“Il nostro stand è stato gettonatissimo – ha raccontato soddisfatta MatildeTalli – questo vuol dire che i gatti neri portano fortuna, altro che stupide superstizioni: in due giorni abbiamo trovato casa a 35 felini di strada, molti anche neri”.