Archives

gratis 4 ever

Share |
Aggregatore notizie RSS
Video Io passo a veg
Aggregati a KikkeMania.com
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



aggregator

V i V i/seZione =errore scientifico

aggregator
Share |

nostalgia?

Terrestri

GaTTo, argenTo e cioccolaTo

ciocconero

Casualmente, sincronicamente, fra manicaretti al tofu o al seitan senza dimenticare il tempeh o i biscotti al kamut, ho trovato un opuscolo intitolato “Gesù era vegetariano?” Ma guarda…Dato che il Natale ci spinge oltre che a pranzi succulenti, almeno alla mera forma dello stesso, bene credo sia condividere quello che vi ho letto.


Nel vangelo degli Ebrei Gesù afferma: “Sono venuto ad abolire i sacrifici e se non cesserete di fare sacrifici non sia allontanerà da voi l’ira di Dio.” Mi sembra un discorso semplice ragionevole e comprensibile. Nel Vangelo Esseno della Pace, sempre lo stesso Signore dice: “Chi uccide un animale uccide suo fratello e la carne degli animali uccisi nel suo corpo diventerà la sua stessa tomba. Non uccidete e non mangiate la carne delle prede innocenti se non volete diventare schiavi di (!) satana, questo è il sentiero che conduce alla morte attraverso la sofferenza, poiché la Vita viene solo dalla Vita e la morte dalla morte.”

obey

Una fissazione doveva avere dato che nell’aramaico Vangelo delle Vita Perfetta, continua : “Maledetti siano i cacciatori perché saranno a loro volta cacciati.” Insomma si viene a desumere che chi ha preparato una trappola per le creature innocenti (dice “innocenti”….) in una trappola a sua volta cadrà, chi uccide uccide se stesso perché si automaledice a fare la stessa fine, ricevendo la stessa misericordia per mano di qualcuno indegno e simile a lui.

Buon Natale e buon anno, eh…!

tendarossa

ENTRARE NEL CUORE

Ma come.. ma allora il suo “Siate rispettosi, siate gentili, siate compassionevoli, siate buoni.” che significa? Ci sfugge forse cosa sia il vero senso dell’ essere rispettosi etc? E dove va a finire il suo di Amore per noi, se non ci lascia fare tranquillamente i nostri (spesso porci) comodi?


O semplicemente abbiamo sempre frainteso, complice il sempiterno profitto di qualunque tipo e genere, oggi potremmo chiamarlo consumismo.

Ma come chiamarlo altrimenti che profitto, se dopo il Concilio di Nicea, dove per convincere e convertire un Costantino davvero poco incline perché niente affatto cristiano per indole, e annettere così il suo impero bizantino, si istituirono dei “correttori” ad hoc per rimaneggiare le sacre scritture, mandando letteralmente al diavolo il vero insegnamento di Gesù? Questa è storia.

E sarebbe stato ancora poca cosa se poi i cristiani vegetariani non fossero stati perseguitati, torturati, crocifissi o messi al rogo per… eresia!

Lo stesso San Francesco fu in odore di eresia oltre che di santità, accusato di essere vegetariano col rischio di essere scomunicato o portato in giudizio di fronte alla “santa inquisizione”.

Va sottolineato che al contrario molte delle prime comunità cristiane si astenevano dai cibi carnei (“Non Uccidere”parla chiaro) e questo fondamento essenziale del vero cristianesimo andò avanti per tutti i primi secoli della Chiesa, fino a Nicea.

Quindi almeno attorno a Natale, che poi si tratterebbe anche degli antichi Saturnalia, o parallelamente delle feste del Sol Invictus, si può persino tentare di essere (più) giusti alla faccia di tutte le “sviste” e ovvie cecità, le facili durezze e sordità d’animo e dei cuori perfino di fronte a banchetti di sangue?


“Maledetto colui che con l’astuzia ferisce e distrugge le creature di Dio, sì, maledetti i cacciatori perché saranno cacciati.” Insomma questo è il Cristo che finalmente si fa riconoscere come tale, anche per chi poco praticante questo è il Cristo che piace per davvero – Buon Natale! – perché questo sembra del tutto coerente con altre più facili affermazioni buoniste e basta, le quali se non hanno un seguito pratico sembrano mere falsità e lettera morta, anzi da molto bella e sepolta!

norvegesejpg

A Natale “tutti” si affannano sul raccordo per raggiungere famiglie su famiglie, altri se la sognano una famiglia oppure hanno tranquillamente abdicato e si godono un insolente isolamento, ai “senza famiglia” auguro oltre che ottime feste anche un buon gatto, perché un gatto fa felicemente di loro dei “falsi singles”, dei meno sofferenti, dei più coccolati.

silverdollar999

Nella recessione economica poi, in cui si naviga a vista, regalare o farsi regalare una moneta d’argento porta inaspettata fortuna e anche una qualche forma di educazione sui nuovi trend dell’economia, a buon intenditore…

Per chi poi non ha né argento nè Gatto, del buon cioccolato ad alta gradazione almeno del 72%, può rivelarsi un degno succedaneo delle molecole del benessere e/o dell’amore.

2carezzealcioccolato

Carezze di Cioccolato


Tornando a un vero Natale di Nostro Signore, o ancor meglio Signore di chi si passa fra i ferventi se non i più zelanti, il quale, Cristo, poi non è altro che la nostra coscienza superiore innata, non ci vuole affatto il genio di Leonardo, peraltro nato vegetariano, per giungere ad afferrare che solo il Veganesimo risolverebbe tutti i problemi del mondo.


Piano piano quindi, o anche in un solo attimo perché è più facile, le nostre scelte possono cambiare, e qualcosina di tutta la pace, il bene e il benessere smodato e smisurato che pretendiamo esageratamente per noi, finalmente possiamo cominciare a meritarla.

Buone Feste



Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>