Archives

gratis 4 ever

Share |
Aggregatore notizie RSS
Video Io passo a veg
Aggregati a KikkeMania.com
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



aggregator

V i V i/seZione =errore scientifico

aggregator
Share |

nostalgia?

Terrestri

Il GaTTo BRUNO

focoegiz

“Esistono innumerevoli soli; innumerevoli terre ruotano attorno a questi similmente a come i sette pianeti ruotano attorno al nostro sole. Questi mondi sono abitati da esseri viventi”

Parole spaventose dovevano essere queste per lo status quo, le quali assieme ad altre simili gli valsero oltre al rogo la mordacchia, efferato strumento di tortura per inchiodare la lingua in una morsa paralizzante  e mostruosa che impedisce di proferire lamento o parola – certo per evitare di sentire le giuste maledizioni che senz’altro si sarebbero puntualmente avverate, vedi il Maestro de Molay come lui bruciato vivo dopo sette anni di torture… sempre che si fosse degnato Giordano Bruno, di maledire, credendo anzi ingenuamente e fino all’ultimo di poter convertire alle sue idee chi ormai sordo per sempre si era invece venduto al nemico dell’umanità, il sonno della ragione.

Ammutolito e distrutto nella carne, il suo sguardo rimane puntato diritto e inflessibile verso i carnefici del Libero Pensiero, e non solo “contro l’ignoranza e l’inettitudine dei (suoi) tempi”, ma per tutto il tempo che occorrerà.

fra_giordano_bruno1-300x300

Bruno amava le donne a un livello molto alto: “Alla signora Morgana B., sua signora sempre onoranda

Ed io a chi dedicarrò il mio Candelaio? a chi, o gran destino, ti piace ch’io intitoli il mio bel paranimfo, il mio bon corifeo? a chi inviarrò quel che dal sirio influsso celeste, in questi più cuocenti giorni, ed ore più lambiccanti, che dicon caniculari, mi han fatto piovere nel cervello le stelle fisse, le vaghe lucciole del firmamento mi han crivellato sopra, il decano de’ dudici segni m’ha balestrato in capo, e ne l’orecchie interne m’han soffiato i sette lumi erranti? A chi s’è voltato, — dico io, — a chi riguarda, a chi prende la mira? A Sua Santità? no. A Sua Maestà Cesarea? no. A Sua Serenità? no. A Sua Altezza, Signoria illustrissima e reverendissima? non, no. Per mia fé, non è prencipe o cardinale, re, imperadore o papa che mi levarrà questa candela di mano, in questo sollennissimo offertorio. A voi tocca, a voi si dona; e voi o l’attaccarrete al vostro cabinetto o la ficcarrete al vostro candeliero, in superlativo dotta, saggia, bella e generosa mia s[ignora] Morgana: voi, coltivatrice del campo dell’animo mio, che, dopo aver attrite le glebe della sua durezza e assottigliatogli il stile, — acciò che la polverosa nebbia sullevata dal vento della leggerezza non offendesse gli occhi di questo e quello, — con acqua divina, che dal fonte del vostro spirto deriva, m’abbeveraste l’intelletto. Però, a tempo che ne posseamo a toccar la mano, per la prima vi indrizzai: Gli pensier gai; apresso: Il tronco d’acqua viva.

E amava gli animali – tanto da essere vegetariano.

Gnostico, filosofo, drammaturgo, poeta e intellettuale – i pensieri che seguono se stessi fino in fondo – per eccellenza. Faro del pensiero umano. Eretico, impenitente, pervicace. Genio italico come pochi Altri.

In un giorno così tremendo si festeggia anche il Gatto, il più intellettuale e quindi il più eretico fra gli Animali.

.

Bruno_Giordano

1 comment to Il GaTTo BRUNO

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>