Archives

gratis 4 ever

Share |
Aggregatore notizie RSS
Video Io passo a veg
Aggregati a KikkeMania.com
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



aggregator

V i V i/seZione =errore scientifico

aggregator
Share |

nostalgia?

Terrestri

La Vita Vera

La Vera Vita è Altrove, come da santo Rimbaud, il santo di quelli cui l’anima è rimasta indietro nel tempo dimenticato.

Cosa possiamo fare noi così piccoli e impotenti in questo sistema feroce? Se quel conoscente ci sembra pedofilo, per esempio… nulla. Se quell’altro è chiaramente mafioso… nulla. Se lì c’è una guerra e là un supertifone devastante, un traffico di organi, di armi, droga, maiali stranieri d’oltralpe… Niente. Che possiamo fare mai noi poverini, a parte dormire tranquilli.

Tornare nuovi, tornare interi. E sarà per caso in una fede incrollabile di qualsiasi tipo fosse pure il tantrismo estremo, in una conversione, nell’illuminazione e la grazia della gratitudine costante, in una droga ineffabile e perfetta malgrado oscuri esiti finali, nell’innamoramento troppe volte così effimero?

Un gatto magari, certo un figlio, ma la quintessenza di vita e il suo insegnamento, seppure totalizzante, in questo caso dura ben poco ed è solo per chi è all’altezza di cogliere, quasi al volo, la lezione magistrale impartita. Per nostra fortuna, traccie evolutive devono rimanere comunque, almeno inconsciamente, intanto l’esistenza pressa feroce e si sovrappone con palinsesti e strati senza scampo, e intanto passa…

E’ per caso in qualche remotissima stella inabissata dentro le sinapsi e i loro iperbolici giochi elettrici e chimici, e certo aldilà della magnificata, lussureggiante, ingannevole, spesso mera quanto futile esistenza fisica? Perché non è l’esistenza che contiene la Vita ma il contrario, così come non è il corpo che contiene un qualche tipo di Spirito…

È forse il divino che ognuno è, cioè essere/comprendere ognuno a cominciare dagli ultimi? (Gli ultimi – gli animali – perché è più facile iniziare da loro, gli animali non fingono né il bisogno né l’affetto, ed è molto improbabile che siano viziati, soprattutto quelli che vengono trascinati al macello…) In ognuno e oltre sé, in un silenzio siderale interiore che può e quindi deve andare oltre.
La Vita Vera e’ una sintesi che ce la fa a fiorire soltanto in un campo morfogenico, quindi infinitamente più allargato di “io! io!! io!!!”

Per mancanza di questa esperienza almeno sporadica, prima ci gonfiamo di aria fritta finché dura, poi un bel giorno arriva la depressione, lo spavento – ci perdiamo, ci ammaliamo (di mali gravi…). Si muore in “vita” per mancanza di Vita, perchè il mondo per come è strutturato, suggerendo ogni momento che senza una decisa nonché aggressiva impronta consumistica siamo meno che niente – sfigati – nega di continuo qualsiasi possibilità che non sia un ego affannato e affamato, pant… pant… gnam… gnam… che appunto consumi a dismisura e quindi distrugga e inquini il più possibile.

E’ un “tornare a casa”? Astenendosi magari, controccorrente, da certe azioni?

Vivere FeLiX! (409)

Se la vera vita è conoscere nel silenzio dell’amore, (“O learn to read what silent love hath writ” Shakespeare) allora un assaggio profondo di questa Vita è la vicinanza di chi si presta a incarnare senza mai stancarsi l’energia dell’”eterno neonato”, in modo da dare tempo, anche 20 anni invece di soli 2 circa, il tempo per capire e cogliere finalmente il messaggio.

Ma già qualcuno molto più coraggiso di me ha asserito che chi non ha conosciuto (non si intenda avuto/posseduto
come si può avere/possedere un qualsiasi oggetto o soprammobile, ma osservato, studiato, imparato… e relative implicazioni) chi non ha conosiuto, vissuto con un Gatto, non ha conosciuto per davvero la vita e neanche  l’amore.

Allora, anche privilegiando la sostanza o l’essenza alla forma/apparenza, qualcosa possiamo fare di concreto – noi
- per vivere di più interiormente e sopravvivere un po’ meno.

Buon Natale! Vivere FeLiX! (409)

.

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>