Archives

gratis 4 ever

Share |
Aggregatore notizie RSS
Video Io passo a veg
Aggregati a KikkeMania.com
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



aggregator

V i V i/seZione =errore scientifico

aggregator
Share |

nostalgia?

Terrestri

Il Gatto Oscuro

Perché la dea-gatta Bastet era (raffigurata) nera? Perché viene tanto temuto, odiato e bistrattato fino alla tortura il gatto nero? Perché tante Madonne Nere nelle cattedrali e non solo?  

Bastet/Sekhmet, dal cuore luminoso, figlia e occhio di Ra, il sole. Dolce e terribile agli estremi, un simbolo sempre valido della natura duale, o meglio omnicomprensiva, del femminile. Anima della Grande Madre Iside, come  vuole il mito.

È “Tenebra luminisissima” un certo tipo di Nero. Ma è così nero, oscuro, solo per noi che non abbiamo in effetti i mezzi per afferrarne il contenuto o il significato. Siamo noi nell’oscurità della nostra limitata percezione e comprensione.  

E questo dimostra come gli Altoantichi, gli egizi ( ma anche i Tardoantichi, i medievali) conoscessero occultamente fatti che a malapena cominciamo a immaginare “oggi”.

La Materia oscura assieme all’energia detta tale compongono il 95+% dell’univeso conosciuto, quindi noi “conosciamo” – che parolone dato tutto quello che ora sappiamo di non conoscere – un piccolo 5-% bene che vada.  

Etere, la Sostanza Madre di cui parla Giordano Bruno, l’Energia illimitata ma elusiva, che non si lascia imbrigliare (per scopi poi che in mano a chi sappiamo sarebbero comunque il disastro totale in misura della sua immane quantità – visti gli esiti dell’era industriale che ha prosciugato, fatto scempio, annichilito devastando e prostituendo all’oscenità (che è fuori dalle scene) del profitto massimo ottenibile, qualsiasi risorsa del pianeta. L’Energia in cui siamo immersi, di cui siamo fatti, eppure inarrivabile con la mera volontà o il potere. “Qualcosa” formato da Intelligenza inconcepibile a partire dalla nostra mera terza dimensione, (e certo anche dalla quarta), che si autogenera e che nessuna tecnologia può imprigionare a suo sinistro favore.  

Non che questa evidente impossibilità li plachi in qualche modo nel reiterare tentativi di controllo, saccheggio e arraffamento; la mente “razionale” è limitata ma presuntuosa e prepotente e quindi non si rassegnerà mai a uno scacco che diventa il “muro insormontabile” dove però il muro davvero insormotabile, triste evidenza, è la mente “razionale” stessa. Solo che ovviamente non se ne parla – in questi termini, poi…

E’ un catch 22, per fortuna, è proprio l’approccio della chiave per aprire che è sbagliato quando non si tratta assolutamente di forzare una porta che è un portone da sempre
spalancato. Ah, che peccato… i limiti ristretti del pensiero lineare… che
sollievo, per una volta non tutto può essere stuprato! Non la Vergine celeste.

Si parla tanto della “Vergine” ma non si sa di “cosa” si sta parlando in effetti. Nei fatti. Una mera idea, nel senso di fantasia un tantino superstiziosa, poggiata sull’inconcepibile nulla? Ma sappiamo ormai che il nulla non è vuoto, e il vuoto non è il nulla. Ma non basta. Quando l’intenzione è erronea, avida, sbagliata, mostruosa, rettiliana, deve sapere che non otterrà mai la Grazia dell’Energia libera e illimitata. Che non è cosa per loro (che hanno comunque già mille volte depredato tutto, ma la fame divorante dei poveri vampiri, si sa…) e non è neanche per noi, distorti nella mente a loro somiglianza. Chi alla luce di quello che come razza umana abbiamo perso e perdiamo non capisce che si tratta di un disastro di proporzioni cosmiche o è davvero ingenuo o è in malafede.

Sarà per questo che il controverso genio Tesla, secondo – forse – solo a Leonardo (e che si divertiva con tutti, americano o russi, il gatto coi topi…) è finito relativamente in miseria, in una specie di morte civile e vicino alla pazzia? Perché sapeva ma non poteva/voleva condividere una conoscenza inarrivabile? La conoscenza di che cos’è l”Etere” e/o il “Punto Zero”? La conoscenza di quanta Energia sta in un solo centimetro cubo di Materia Oscura?  

E il Gatto (soprattutto se) nero, dell’Energia oscura ne è un piccolo, mite, per niente presuntuoso simbolo vivente. Infatti i gatti non erano venerati affatto in quanto divinità ma solo come simboli del divino, emanazioni soltanto. Luci del nero.

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>