Archives

gratis 4 ever

Share |
Aggregatore notizie RSS
Video Io passo a veg
Aggregati a KikkeMania.com
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



aggregator

V i V i/seZione =errore scientifico

aggregator
Share |

nostalgia?

Terrestri

Go_VEGAN_Go

klessssider

Cè chi dice che la vita in questa dimensione e su questo funestato Pianeta sia principalmente una scuola, chi una prigione (scuola-prigione, no?) chi molto più lungimirante e forse realista, solo un parco giochi prima di lanciarci (tutti?) verso la vera Evoluzione.

Di sicuro questo mondo è un grande diffuso macello. (E non esiste sinonimo che possa alleggerire l’orrore di questo etimo) Macello dunque, sloughter house, abattoir, e non solo in senso figurato, così come si dice “casino” per intendere disordine, essendo infatti questo luogo/mondo molto meno casino e molto più macello.

La macellazione e la morte. E prima? E durante? Sai cosa “E’” in realtà quello che consideri “cibo”?

Se poi “noi siamo quello che mangiamo” allora si intuisce bene da dove possono derivare angoscia e paura, odio e follia.

Questi i fatti.

Riporto questi dati nella loro crudezza : “La morte degli animali allevati è preceduta da trasporti lunghi ed estenuanti verso i mattatoi. Stipati nei camion, senza potersi muovere per molte ore e spesso molti giorni, senza poter bere o mangiare, soffrendo il caldo o le intemperie, arrivano al macello in gravi condizioni di stress, spesso così debilitati da non riuscire nemmeno ad alzarsi. Qui, a causa della rapiditā delle linee di macellazione (talvolta fino a 400 capi all’ora ognuna) spesso non sono storditi in maniera corretta e sono quindi coscienti quando viene loro tagliata la gola, quando sono scuoiati, decapitati, squartati, o quando giungono nell’acqua bollentedelle vasche di scottatura. Un operaio di un macello americano, nel corso di un’intervista, ha dichiarato che almeno il 15% degli animali muore ogni giorno “pezzo dopo pezzo”, roteando gli occhi e muovendo la testa (alcuni suoi colleghi usano protezioni da hockey per non subire gravi lesioni dagli animali agonizzanti). Per i suini il momento del macello è particolarmente penoso, perché il numero delle uccisioni è altissimo, anche 1000 animali in una mattinata. In queste situazioni lo stordimento molte volte non viene ben applicato, e quindi gli animali vengono sgozzati, e poi gettati nelle vasche di acqua bollente, ancora coscienti. Infatti, quando se ne esaminano i polmoni, molto spesso si vede che contengono sia sangue che acqua, il che dimostra che gli animali erano ancora vivi e hanno respirato acqua bollente quando sono stati gettati nelle vasche.[..."

Ma ancora non si visualizza la somma di queste quantità di sangue, l'odore abissale, la tiepida collosa consistenza, il rumore disperato dei fiumi di sangue, dei mari di sangue versati in ogni singolo momento su questo disgraziato Pianeta. Un oceano di sangue innocente dove è racchiusa tutta l'insensata inimmaginabile sofferenza di quelle derelitte creature - che quanto noi... amavano respirare - abbattute senza pietà. Quel povero sangue sversato come se fosse un escremento, e lo è di fatto, è l'escremento continuo della nostra cattiva, pessima volontà.

E se tutto questo non ci fa impazzire, che cosa dobbiamo pensare di noi? Forse solo che ancora non ci avevamo pensato sul serio, capito per davvero.

Comunque questi i numeri, (se un solo macello arriva ad uccidere più di 15.000 animali a settimana...) e si riferiscono all'ormai lontano anno 2000. Solo negli Stati Uniti il risultato è quasi un miliardo!

Ma il numero complessivo totale nel mondo, sempre di quell'anno 2000 - dove ancora potevamo essere ottimisti sul futuro - è stato di oltre due miliardi e mezzo di capi. Per difetto

E le insanguinate pellicce? Sorvolando sul consumo di polli - in ognuno degli sterminati mattatoi europei ogni singolo minuto, più di 200 polli vengono macellati e quindi il numero mostruoso salì a 40 miliardi circa, sempre per difetto - e poi quello che sono davvero uova e latte, per ora lo lascio all' immaginazione di chi voglia applicarsi con personale onestà.

Ma lasciamo la parola aI GIGANTI.

iGiga

L'unico testo ritenuto scritto di proprio pugno dal Buddha dice:"Le creature senza piedi hanno il mio amore, e così lo hanno quelle a due piedi e anche quelle a molti piedi. Possano tutte le creature, tutte le cose che hanno vita, tutti gli esseri di qualunque specie, non avere mai nulla che possa danneggiarle. Possa non accadere loro mai nulla di male"

Plutarco: "Consideriamo senz’altro assurda la convinzione di quanti affermano che l’uso di mangiare carne abbia un’origine naturale. Che l’uomo non sia carnivoro è provato in primo luogo dalla sua struttura fisica. Il corpo umano, infatti, non ha affinità con alcuna creatura formata per mangiare la carne: non possiede becco ricurvo, né artigli affilati, né denti aguzzi, né visceri resistenti e umori caldi in grado di digerire e assimilare un pesante pasto a base di carne. Invece proprio per la levigatezza dei denti, per le dimensioni ridotte della bocca, per la lingua molle e per la debolezza degli umori della digestione la natura esclude la nostra disposizione a mangiare carne.

Se però sei convinto di essere naturalmente predisposto a tale alimentazione, prova allora a uccidere tu stesso l’animale che vuoi mangiare. Ma ammazzalo tu stesso, con le tue mani, senza ricorrere ad un coltello o ad un bastone o ad una scure. Fa come i lupi, gli orsi e i leoni che ammazzano da se quanto mangiano: uccidi un bue a morsi o un porco con la bocca, oppure dilania un agnello o una lepre e divorali dopo averli aggrediti mentre sono ancora vivi, come fanno le bestie.

Ma se aspetti che il tuo cibo sia morto e se la vita presente in queste creature ti fa vergognare di goderne della carne che divori perchè continui a mangiare contro la tua natura esseri dotati di vita?”. Tratto da “Del mangiar carne”  (nato nel 47 d.C. Morto a 80 anni da vegetariano)

"Chi non rispetta la vita non la merita." Leonardo da Vinci, vegetariano; e per lui, immerso com'era nello sfarzo delle corti rinascimentali, non doveva essere facile, a quei tempi...

"E dal momento che noi siamo i sepolcri viventi di animali morti di morte violenta, come possiamo aspettarci condizioni ideali su questo pianeta?" [George Bernard Shaw]

“Man is the only animal that can remain on friendly terms with the victims he intends to eat until he eats them.” (Samuel Butler) Mostruoso. E’ proprio così, ed è semplicemente mostruoso. E mostruosissime le implicazioni.

L’altra vergogna senza pari è la vivisezione, falsa scienza, come ormai è dimostrato dalla scienza (etica) stessa. Basti questo commento: “Di tutti i crimini neri che l’uomo commette contro Dio e il Creato, la vivisezione è il più nero” (Mahatma Gandhi)

Forse è vicina l’ora di togliere qualche velo alla menzogna, e arrivare il più possibile puliti (dentro) alla fine delle cose come le conosciamo. Se Apocalisse equivale a rivelazione/i, è da un po’ che ci siamo leggermente dentro.

Per concludere, potremmo mai aspettarci pace, aiuto e compassione per noi, se siamo parte attiva di quel disegno? Interessante ricordare come in tempi lontani – e più sapienti di questi – per implorare e agevolare la guarigione di qualcuno, si liberavano grandi quantità di animali, a seconda dell’entità del male, sottraendoli così al loro destino altrimenti di immolazione. Sacrificando e sospendendo per una volta il sacrificio stesso… Serve forse commentare?

Krishna-roid

“Si diventa degni della salvezza quando non si uccide alcun essere vivente” (Manusmrti,6.60).


In quanto a me, devo proprio al mio gatto quella capacità di compassione che può essere messa in pratica anche nei confronti  degli Altri Animali.

Così che gli ultimi possono avere l’ultima parola

Promemoria… http://www.veganitalia.com/modules/news/article.php?storyid=224

http://www.agireora.org/download/dossier_investigazione_macelli.pdf

Lacreazione